Guida al ripristino dei dispositivi mobili con Android

 

09/11/2015

 

A volte capita che per un motivo o un altro il nostro dispositivo Android, smartphone o tablet che sia, comincia a non funzionare più bene come prima manifestando rallentamente e blocchi vari che in genere si chiamano lag.

 

Nei casi peggiori può anche accadere che all'accensione del nostro dispositivo esso rimane fermo nel logo del suo produttore o della sua marca senza riuscire ad avviarsi e rimanendo sempre nella medesima schermata, questa anomalia di funzionamento si chiama in gergo Boot Loop che in parole semplici significa avvio non riuscito con blocco continuo del dispositivo alla schermata di boot.

Ma è possibile comunque risolvere questo fastidioso problema diciamo circa nel 60% dei casi con una semplice procedura che ripristina il nostro dispositivo alle condizioni di fabbrica cioè nelle condizioni in cui si trovava alla sua prima accensione.

 

Per fare ciò abbiamo due possibilità o meglio due opzioni nelle quali seguendo una delle due possiamo ripristinare come ho già detto il nostro dispositivo e risolvere il problema appena descritto, unica controindicazione da tenere ben presente è la perdita dei dati e configurazioni effettuate dall'utente dopo la prima accensione del suo dispositivo ma questo problema è facilmente aggirabile effettuando un backup preventivo dei dati qual'ora questo sia possibile.

 

Nel caso in cui non sia possibile salvare i nostri dati ad esempio se vi è il blocco del terminale alla schermata d'avvio cioè il boot loop di cui vi parlavo prima, in questo caso sappiate che il ripristino potrebbe anche non funzionare e in quel malaugurato caso soltanto una reinstallazione di Android da zero può risolvere il problema.

 

Per mia esperienza comunque nella maggior parte dei casi il ripristino alle condizioni iniziali risolve questo problema, ma veniamo al dunque e vediamo come fare questo reset del nostro dispositivo Android;

 

Per prima cosa andiamo sulle impostazioni di sistema e troviamo la voce backup/ripristino e tappiamo su ripristina impostazioni di fabbrica.

 

Questa procedura è la più semplice ed è possibile effettuarla quando il nostro telefono o tablet funziona e non si blocca alla schermata d'avvio (boot Loop).

 

Nel secondo caso che è quello più grave perchè non riusciamo a fare partire il nostro dispositivo che rimane inchiodato alla schermata d'avvio dobbiamo procedere diversamente e cioè accedere alla recovery e da lì effettuare il ripristino chiamato tecnicamente wipe data factory reset.

 

La recovery è un'area protetta separata dal sistema operativo che permette di effettuare delle operazioni molto utili sui nostri dispositivi diversamente non accessibili dall'Android che normalmente utilizziamo.

 

La modalità d'accesso alla recovery dipende da dispositivo a dispositivo comunque nella maggior parte dei casi prima di tutto bisogna spegnere il telefono e tenere premuti contemporaneamente 2 o 3 tasti a seconda del tipo e modello di dispositivo, ad esempio sui smartphone Xiaomi si preme contemporaneamente tasto on/off e tasto volume+, e sui Samsung per fare un altro esempio è sufficiente premere contemporaneamente tasto on/off il tasto home (tasto fisico posto al centro) ed il tasto volume+.

 

Una volta dentro la recovery è possibile utilizzare il tasto volume+ o volume- per muoversi tra le opzioni ed il tasto on/off per dare invio sull'opzione selezionata, che nel nostro caso è il Wipe Data Factory Reset che come ho già detto cancella tutti i dati utente e resetta il dispositivo alle condizioni di fabbrica eliminando qualsiasi anomalia di funzionamento dovuta a problemi di dati ed applicazioni che generano un problema di incompatibilità che a loro volta causano errori e blocchi al sistema operativo che ne impediscono il corretto avvio.

Alcune schermate di una generica recovery presente nei dispositivi Android