Sistemi operativi per computer?

         Vediamo quale scegliere

 

02/01/2019

 

In questo capitolo, analizziamo un interrogativo abbastanza frequente per noi comuni utenti del pc, cercando a grandi linee di fornire delle risposte o perlomeno di schiarirci le idee in modo da sapere quale sistema operativo si adatta maggiormente al modo in cui noi utilizziamo il nostro computer che non per tutti è scontato credetemi.

 

Iniziamo col descrivere i 3 principali sistemi operativi: Microsoft Windows, Mac OS di Apple e Linux, disponibili sul mercato cercando di esporre pregi e difetti di ognuno in modo di fornire delle indicazioni utili a chiunque voglia fare questa scelta per utilizzare quello che più si adatta alle proprie esigenze.

 

Cominciamo da quello più comune, diffuso ed utilizzato dalla maggior parte di utenti anche perchè si trova preinstallato nel pc quando lo andiamo a comperare nei negozi o grandi magazzini in genere.

Ebbene sto parlando di Microsoft Windows ormai ginto alla versione Windows 10, che credo non abbia bisogno di molte presentazioni proprio perchè è il più conosciuto dei 3.

La principale prerogativa di Windows é l'enorme diffusione è la semplicità di utilizzo, caratteristica ormai presente anche in Linux parlando naturalmente di Ubuntu e derivate oltre che naturalmente al Mac OS che ha sempre avuto questa qualità.

Altra peculiarità di Windows è l'enorme quantità di software disponibile in rete, nonchè la compatibilità direi quasi assoluta delle varie periferiche in commercio.

 

Inoltre vorrei aggiungere sempre parlando di Windows una considerazione e cioè che il semplice fatto di trovarsi preinstallato nella quasi totalità di computer toglie dall'incombenza di dover scegliere la quasi totalità di utenti che acquistano questi pc è quindi naturale immaginare che la scelta di quale OS utilizzare a mio avviso riguarda una esigua fetta di utenza che nella fattispecie sono utenti informati o comunque esperti che vogliono e sanno di potersi scegliere e magari acquistare un altro computer provvisto e non, di un altro sistema operativo più consono al loro tipo di utilizzo ed esigenze.

 

Detto ciò passiamo adesso ad analizzare il secondo OS disponibile in commercio che anche se meno diffuso di Windows è comunque abbastanza conosciuto come sinonimo di qualità e di marchio prestigioso, avrete già capito che parlo di Mac OS di Apple, un OS che è il più costoso e che comprende anche hardware dedicato, infatti chi utilizza Mac OS è perchè ha acquistato un Macintosh cha a parità di prestazioni ha un prezzo ben maggiore di un comune pc con Windows preinstallato.

Questo sistema operativo oltre che per qualità si caratterizza per stabilità, facilità di utilizzo ed una superiorità che anche se col passare del tempo si è dimezzata rispetto i sistemi Microsoft ma è ancora presente nell'utilizzo di applicazioni per chi fa grafica, musica e fotoritocco, oltre naturalmente al rischio molto minore rispetto ai sistemi Windows di contrarre virus e file nocivi e questo è facilmente spiegato dalla rilevante minor diffusione.

 

Passiamo in rassegna adesso l'ultimo dei sistemi operativi disponibili oggi quindi parlo di Linux e nello specifico mi riferisco alle distribuzioni più conosciute ed utilizzate che sono le derivate di Ubuntu come Linux Mint per fare un esempio.

Questo sistema operativo che racchiude un'insieme di versioni che condividono un Kernel comune dal nome Linux si differenzia dagli altri 2 dal fatto principale che è gratuito infatti non vi è alcun costo per la licenza di utilizzo, che nel caso di sistemi come Ubuntu, Linux Mint, ecc è anch'esso facile da utilizzare, che è facilmente reperibile in rete infatti è sufficiente scaricare la iso di qualsivoglia versione è masterizzarla o metterla su un pendrive per utilizzarla sia in modalità live o installarla definitivamente nel proprio computer, inoltre per la sua modularità ed adattabilità permette, cosa a mio avviso non trascurabile, di far rivivere anche un vecchio pc con hardware datato che in altri casi sarebbe finito per essere inutilizzato o gettato nei rifiuti.

 

La qualità più importante di Linux infatti per mè non è solo quella di essere completamente gratuito ma quella di poter essere utilizzato su una platea vastissima di macchine avente hardware differente tra loro che in taluni casi sarebbe rimasta inutilizzata perchè datata perchè i nuovi sistemi operativi commerciali hanno sempre maggior richiesta di prestazioni hardware per essere utilizzati.

Per quanto riguarda il software disponibile anche su questo punto Linux può contare su una grande disponibilità di applicazioni e tutte naturalmente gratuite perchè parliamo di licenze Open source e free software.

 

A questo punto possiamo trarre le nostre conclusioni avendo un quadro completo della situazione e possiamo dire riassumendo:

 

1) Windows= semplicità utilizzo, compatibilità assoluta periferiche, ottimo per i giochi ma la sua licenza d'utilizzo ha un costo anche se minore rispetto al Mac ed è il più colpito dai virus e programmi nocivi in genere per la sua larga diffusione.

 

2) Mac OS= Qualità, stabilità, ottimo per grafica ed applicazioni di editing musicale ma costo rilevante e meno software in genere disponibile.

 

3) Linux= Completamente gratuito, sia la licenza che tutto il software disponibile, grande modularità, è possibile scegliersi quale desktop manager utilizzare, un universo di distribuzioni disponibili in base alle caratteristiche del proprio hardware, abbastanza valido dal punto di vista sicurezza.

L'unica controndicazione è la compatibilità ancora non del tutto sufficiente di periferiche per via di vari motivi per citarne uno la mancanza di driver rilasciati per questo Os da parte della maggior parte di produttori di periferiche e hardware in genere anche se le cose stanno iniziando a migliorare c'è ancora parecchia strada da fare in questo senso.

Nelle immagini sotto a partire da sinistra le schermate di Windows 10, Mac OS Mojave, e per concludere Linux Mint 19.01 Tessa, versione Mate desktop