Guida ad un utilizzo corretto e sicuro per i sistemi Microsoft Windows


 

 

 

 

 

 

 

 

 

11/10/2014

 

Windows è il sistema operativo maggiormente utilizzato sia dalle aziende che dai privati, in pratica nove computer su 10 utilizzano sistemi Microsoft, più o meno è questa la percentuale di utilizzo globale parliamo naturalmente di PC Desktop quelli per intenderci che si utlizzano in azienda o in casa per usi generici.

Questa enorme diffusione genera luci e ombre riguardo l'utilizzo di questi sistemi perchè da un lato l'utente riesce con estrema facilità ad installare ciò che vuole questo reso ancor più facile dal fatto che quasi tutto quello che si trova in rete giochi,applicazioni,e programmi vari funziona esclusivamente per i sistemi Microsoft, e dato che nella quasi totalità dei pc preassemblati in genere,(notebook,desktop,netbook ecc.) di default Windows concede in fase di configurazione all'account utente che si viene a creare durante la prima accensione i diritti di amministratore;

Ricordo che è possibile creare un accoun standard dopo aver creato quello di amministratore ma la domanda è quanti utenti lo fanno?

Bella domanda anche se immagino che sappiate più o meno la risposta ed è questa a mio avviso la prima causa, seguita poi come vedremo da altre, che fà sì che una enorme quantità di computer con Windows preinstallato si ritrovano pieni zeppi di adware,spyware e nei casi più gravi virus informatici di ogni sorta, questa è l'esperienza avuta in quasi tutti i casi in cui ho dovuto fare assistenza informatica a molti computer di utenti privati.

Ricordo un computer ai tempi di Windows XP in cui era presente uno spyware che aveva rubato i dati della carta di credito della signora che mi aveva chiamato ignara di tutto, con conseguente furto di 1000 euro dalla sua carta, una spesa non fatta da lei ma fatta dal malfattore che le aveva estorto i dati della carta.

Anche se da Windows XP di acqua sotto i ponti ne è passata ricordiamoci che i nuovi sistemi di Redmont da Windows Vista in poi soffrono più o meno dei stessi problemi, o meglio sono sicuramente più sicuri rispetto al vecchio Windows XP ma continuano ad offrire in maniera automatizzata all'utente iniziale i diritti amministrativi così come continuano ad essere zeppi di programmi indesiderati a pochi giorni dal loro primo utilizzo.

Ora se un utente smaliziato o comunque una persona che ha un minimo di competenza informatica è in grado di porvi rimedio con comportamenti corretti ed accorgimenti vari quando utilizza il suo computer, l'utente comune è purtroppo la maggior parte non si pone questi problemi salvo poi mandare il pc in assistenza a farlo formattare quando la situazione diventa critica dove a parte i disagi vari può capitare di perdere dati importanti come ho già visto succedere tantissime volte.

Inoltre un'altra problematica che affligge Windows oltre a quelle appena dette, è che a mano a mano che il pc viene utilizzato, il sistema operativo inizia ad essere più lento e più pesante occupando uno spazio sempre maggiore nel disco rigido, infatti appena installato per fare un esempio Windows 7 pesa circa una ventina di gigabyte per poi raddoppiare dopo un mese di utilizzo.

Questo succede soprattutto per 3 motivi, cercherò a grandi linee di spiegarle in modo più semplice possibile affinchè chiunque possa capirle;

Il primo motivo è causato dal registro di sistema, infatti Windows è provvisto di un registro dove sono custodite tutte le impostazioni ed opzioni di configurazione del funzionamento del sistema operativo e di tutti programmi complessivamente presenti nel computer.

Questo comporta che quando si installa e disinstalla una applicazione varia o si configura un qualsiasi software presente nel pc, tutte le modifiche che in genere si fanno, vengono registrate e catalogate in questo registro;

Causando col passare del tempo l'aumento di dimensioni così come l'aumento degli errori contenuti al suo interno.

Tali errori come ho già detto sono dovuti sopratutto alle innumerevoli installazioni e disinstallazioni dei vari applicativi che utilizziamo che vengono tutte registrate e catalogate.

Questo accade perchè durante la disinstallazione di un quasiasi programma il sistema operativo purtroppo non cancella in automatico la relativa chiave di registro,

per cui i parametri di configurazione del programma disinstallato rimangono nel sistema anche quando quest'ultimo non è più presente generando oltre agli errori del registro anche una quantità di frammenti sparsi nel sistema che contribuiscono ulteriormente a rendere il nostro pc più lento ed anche in qualche caso limite più grave a causare blocchi al sistema operativo chiamati genericamente crash di sistema.

Il secondo motivo è causato dagli aggiornamenti che riceve il sistema operativo, i quali anche se sovrascrivono i file di sistema precedenti l'aggiornamento con quelli più aggiornati, non cancellano in automatico le copie di backup che dovrebbero servire per un eventuale disinstallazione di un aggiornamento non riuscito che per vari motivi potrebbe causare problemi al sistema operativo.

Questo spiega l'ulteriore aumento del peso complessivo di Windows che a mano a mano con il passare del tempo si aggiorna automaticamente.

Infine per ultimo problema ma non per questo meno importante, in Windows esiste il problema della frammentazione dei file che si verifica per via della natura del file system e di come i file vengono scritti sul disco fisso del computer.

Senza entrare nei dettagli tecnici è sufficiente capire che quando si aggiungono o rimuovono dei dati nella memoria persistente del pc, che nello specifico è sempre il nostro disco rigido, lo spazio che si viene a creare al suo interno con il passare del tempo non è più continuo ma frammentato ne consegue un calo prestazionale del sistema nel suo complesso perchè durante l'utilizzo del pc la lettura del disco rigido risulta più lenta dovendo la testina magnetica effettuare un salto fisico da un settore ad un altro del disco per il motivo appena descritto.

 

 

 

Per avere un Windows migliore e che funziona davvero!

 

1) Dopo la configurazione iniziale alla prima accensione del pc una volta entrati nel desktop, nel pannello di controllo cercare la voce account utente e da lì creare un utente standard con privilegi limitati che sarà quello che userà di solito il pc.

Questo renderà il nostro computer più sicuro perchè nel caso di installazione di un qualsiasi programma dell'utente standard il sistema chiederà la password dell'account di amministratore presente nel pc.

In questo modo sarà sicuramente più difficile installare involontariamente programmi non desiderati che possono contenere spyware e malware vari.

inoltre in caso di infezione un potenziale virus avrebbe solo accesso alle aree di proprietà dell'utente standard non potendo far nulla nelle altre aree del pc perchè protette dalla password di amministratore.

 

2) Installare i programmi desiderati con cautela scegliendo sempre i siti ufficiali che garantiscono l'originalità del software, questo dopo aver installato sul vostro sistema un antivirus possibilmente provvisto di firewall e vari filtri come quello web per una navigazione più sicura, anche quelli free come Avast, Avg, Avira, Comodo ecc. vanno bene a patto di assicurarsi una volta installati che si aggiornino in automatico;

Un antivirus che non si aggiorna e come non averlo.

 

3) Verificare tramite il comando msconfig o tramite applicazione di terze parti ad esempio Ccleaner a quali programmi fanno riferimento i processi che si avviano automaticamente all'avvio del pc e disattivare quelli inutili o che non servono al proprio utilizzo, questo renderà Windows più rapido e reattivo risparmiando memoria preziosa da utilizzare in modo più proficuo.

 

4) Evitare quanto possibile di utilizzare Internet Explorer per navigare in quanto causa non pochi problemi sia di sicurezza che di stabilità preferendo browser alternativi come Firefox,Opera,Chrome, io per mia esperienza mi sono sempre trovato bene con firefox ma nulla vieta di utilizzare un altro di quelli appena elencati ricordo che è bene provarli e poi decidere in base a quale uno si trova meglio.

 

5) Utilizzare un programma per pulire periodicamente Windows, eliminando i file inutili e quelli temporanei io consiglio sempre Ccleaner ma anche glary utilities può servire allo scopo.

Procedere sempre periodicamente alla deframmentazione del sistema, le ultime versioni di Windows dall'8 in poi dovrebbero farlo in automatico ma io consiglio comunque di utilizzarne uno di terze parti come defraggler per citarne uno.

 

6) Infine per ultimo porre attenzione in fase di installazione di programmi vari guardando con attenzione se nelle varie schermate del programma durante il setup d'installazione

non vi siano selezionate in piccolo anche altri programmi non voluti che quasi sempre nascondono spyware e programmi spazzatura che nella migliore delle ipotesi si limitano soltanto a cambiare la home page del browser e nella peggiore infettano il pc rendendolo inutilizzabile.

Una buona alternativa gratuita alla suite Office

 

Parecchi utenti che usano i sistemi Windows, lamentano il fatto che non esiste un'alternativa gratuita valida che possa sostituire efficacemente la nota suite per ufficio Microsoft Office.

Sebbene per l'utilizzo aziendale questo è verosimile, lo stesso non si può dire per l'utente comune che utilizza il suo pc in ambito familiare.

Nonostante esistano alternative complete e valide come ad esempio l'ottimo LibreOffice il quale a mio avviso è anche superiore ad Office, rimane purtroppo il problema della non completa ed ottimale compatibilità con il formato nativo dei file doc e docx utilizzati appunto da Office, che pur non essendo nel formato aperto come quelli utilizzati da LibreOffice cioè odt, sono diventati Standard de Facto perchè largamente utilizzati soprattutto nelle aziende.

Dopo questa doverosa premessa vorrei segnalarvi un ottimo programma gratuito per uso personale disponibile per i sistemi Windows e Linux, che reputo molto valido, in quanto è in grado di modificare e salvare i file creati con Office nel suo formato nativo doc e nell'ultima versione anche il più recente formato docx ed oltretutto è molto più leggero ed essenziale, il che non guasta perchè non appesantisce i computer soprattutto quelli più datati infatti il file di installazione pesa soltanto 73 Mb circa e per l'utilizzo casalingo delle normali necessità dell'utente comune a mio avviso è più indicato di Office.

Il programma in questione si chiama FreeOffice è prodotto da Softmaker e come ho già detto è gratuito per uso personale, per averlo è sufficiente scaricarlo dalla home page del sito che vi segnalo in basso, previa registrazione vi verrà inviato per email il codice per poterlo attivare una volta installato nel vostro computer.

 

 

 

 

 

 

 

Uno Screenshot di FreeOffice

 

 

 

 

 

 

Un cenno sull'utilità di configurazione di sistema msconfig

 

Uno dei comandi e strumenti da conoscere se si utilizza un PC con installato Windows è sicuramente MSConfig che ci permette di impostare e avviare una serie di funzioni utili per migliorare le prestazioni del computer.

Su Windows 10, 8 e 8.1 vi basterà posizionare il puntatore del mouse in alto a destra e scrivere nel campo di ricerca msconfig per accedere all'utility.

Su Windows 7 e Vista basterà cliccare su Start e scrivere il comando msconfig nel campo di ricerca.

L'utilità di configurazione di sistema permette di effettuare parecchie configurazioni e modifiche al sistema che consentono di migliorare le prestazioni del computer.

Ma ciò che serve all'utente medio nella maggior parte dei casi è poter impostare i servizi e i programmi che verranno eseguiti all’avvio in modo da non sovraccaricare di lavoro il computer già dall’accensione del PC.

E' questo si ottiene nella scheda avvio dell'utility come si vede nell'immagine in basso che ho inserito.

 

 

 

 

 

 

 

 

Comodo Internet Security

una suite gratuita per una protezione a 360°

 

Molti utenti non sanno che esistono programmi gratuiti di ottima fattura, liberamente scaricabili ed installabili che a volte sono anche migliori di alcuni che sono a pagamento.

Questo è il caso di Comodo Internet Security free un programma applicativo che serve a proteggere il nostro pc da attacchi informatici e da virus e spyware, inoltre è uno dei pochi programmi che conosco ad avere una licenza non solo free, cioè gratuito per uso personale ma anche per uso business e questo significa che è possibile utilizzarlo anche per i computer ad uso lavorativo.

Comodo Internet Security si compone di un firewall che filtra tutte le connessioni in entrata ed in uscita al nostro computer,un modulo di difesa H.I.P.S proattivo è l'acronimo di Host Based Intrusion Prevention System (Sistema di prevenzione delle intrusioni basata sull'Host), la sua funzione è quella di analizzare il comportamento dei programmi eseguiti, permettendo all'utente di identificare un malware da un file benigno, inoltre possiede un antivirus in cloud, cioè che utilizza un database online per le firme virali ed infine una sandbox integrata che non è altro che una zona virtuale protetta dove è possibile avviare i programmi che possono essere nocivi che non sono riconosciuti e per le quali il programma ci avvisa di volta in volta quando tentiamo di eseguirli nel nostro pc.

A mio avviso è davvero un ottimo programma completo, facile da usare e soprattutto leggerissimo in termini di risorse utilizzate, in parole povere non appesantisce il nostro computer e non consuma tanta preziosa ram, lo consiglio senza riserve.

 

In basso il link per scaricare la versione free di Comodo Internet Security.