Compie 36 anni il Commodore 64  un mito degli anni 80 ancora Re di tutti i record di vendita!

 

 

 

 

 

 

 27/11/2018

 

Era il lontano 1982 quando fece il suo debutto al grande pubblico e da lì a poco divenne il campione incontrastato di tutti i record di vendita, è stato il computer più venduto nella storia dell' informatica, si calcola che ne furono prodotti più di venti milioni di esemplari nell'arco dei dieci anni che vanno dal 1982 al 1992.

 

L'ineguagliabile successo di questo computer lo si deve al prezzo molto basso per l'epoca ed al fatto che per funzionare poteva essere collegato a qualsiasi normale televisore, oltre alle caratteristiche tecniche sia grafiche che sonore che lo rendevano molto interessante ed appetibile al pubblico di allora.

Inoltre era perfettamente espandibile grazie alle varie periferiche come modem, lettori di floppy disk, stampanti, plotter, reperibili sul mercato.

 

La storia, tratto da wikipedia:

 

Nel gennaio 1981, la sussidiaria della Commodore per la progettazione di circuiti integrati, la MOS Technology Inc. iniziò il progetto dei chip grafico e sonoro per la nuova generazione di consolle per videogiochi. Il lavoro di progettazione per i chip si completò nel novembre 1981, ma il progetto della consolle venne cancellato dopo un meeting con il presidente della Commodore, Jack Tramiel. Tramiel voleva che i chip formassero la base per un computer con 64 KB di RAM, che all'epoca era il doppio del quantitativo di RAM di molti dei personal computer disponibili nel tardo 1981. Sebbene 64 Kb di RAM fossero molto costosi, Tramiel sapeva che i prezzi della DRAM stavano crollando e che sarebbero alla fine calati a un livello accettabile prima di passare alla piena produzione. Alla squadra di progettazione furono dati meno di due mesi per sviluppare un prototipo che potesse essere mostrato al Consumer Electronics Show invernale, nel gennaio 1982. Il C64 fece un debutto impressionante come ricorda David A. Ziembicki: "Tutto quello che vedemmo al nostro stand erano le persone dell'Atari con la mascella spalancata, che dicevano 'Come potete farlo per solo 595 dollari?'". Il costo di costruzione di ogni C64 è stimato attorno ai 135 dollari, grazie all'integrazione verticale e, più crucialmente, ai vantaggi della fabbricazione dei circuiti integrati della MOS Technology. Questo rendeva possibile un ampio margine di guadagno con il quale lavorare.

 

Il Commodore 64 riuscì a sbaragliare l'agguerrita concorrenza di quegli anni per citarne qualcuno computer del calibro dell'atari 800 e dell'Apple2, La chiave del successo del C64 furono le aggressive tattiche di marketing, che portarono a venderlo nei grandi magazzini, nei discount e nei negozi di giocattoli, oltre che nella rete di rivenditori autorizzati. Questo gli consentì, come al suo predecessore VIC 20, di competere con le consolle per videogiochi.

 

Il prezzo del C64 si aggirava intorno ai 595 dollari un prezzo che era abbordabile per la platea di consumatori di quegli anni, e nonostante siano passati 36 anni dal suo debutto è rimasto nei cuori degli appassionati e semplicemente di chi ha avuto la fortuna di vederlo funzionarlo e possederlo, lo ricordiamo con nostalgia ed ammirazione.

 

 

 

    La scheda madre del celebre Commodore 64


Commenti: 0